Educare alle differenze

Da Siracusa a Bologna passando per Roma. Da nord a sud, tre associazioni – Stonewall, Il Progetto Alice e Scosse – in primavera hanno proposto un incontro nazionale. Educare alle differenze, questo il nome dell’incontro si terrà a Roma  il 20 e 21 settembre di Via Bixio 83, nel quartiere Esquilino, a pochi passi dalla Stazione Termini, grazie alla preziosa collaborazione dell’Associazione genitori scuola Di Donato.
Educare alle  differenze ha messo in moto duecento realtà co-promotrici – tra associazioni, scuole, case delle donne, spazi sociali e centri antiviolenza – da tutto il territorio nazionale.

Dall’idea iniziale, in pochi mesi l’iniziativa è stata adottata e sostenuta da Educare alle diffeenzeoltre 200 realtà collettive e in diverse città italiane ed è stata preceduta da assemblee e confronti territoriali. L’appuntamento ha anche ricevuto il patrocinio dell’Assessorato Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale.
L’obiettivo? Tessere un filo e costruire una rete tra tutte le esperienze del nostro Paese che quotidianamente lavorano dentro e fuori le scuole per promuovere libertà e pluralità, a partire dal ragionamento sull’identità di genere.

A Roma il 20 e 21 settembre per stabilire sinergie e connessioni tra chi, dentro e fuori la scuola, realizza progetti dedicati alla valorizzazione delle differenze, alla pluralità dei modelli familiari, al contrasto agli stereotipi di genere, alla prevenzione di bullismo, omofobia, transfobia e violenza maschile contro le donne, tra chi intende la scuola come spazio in cui coltivare rispetto, libertà e senso critico.

Il programma
L’entrata è libera. La plenaria e i tavoli sono aperti anche a chi non è registrato/a.

Si inizierà sabato 20 settembre in seconda mattinata, per rispondere alle richieste di chi arriva da fuori Roma. Alla riunione plenaria verranno presentati il programma, gli obiettivi e le finalità dell’incontro Educare alle differenze. Seguirà un pranzo a buffet e per tutto il pomeriggio ci sarà la discussione nei tavoli di lavoro. Ogni tavolo avrà due facilitatrici e nel corso della mattina di domenica 21 settembre che dovranno esporre in plenaria il report della discussione. L’appuntamento di sabato si concluderà con la chiusura dei tavoli di lavoro.
La plenaria si svolgerà domenica  21 settembre mattina, dalle 9.30 alle 12.30, e avrà come compito la restituzione dei tavoli di lavoro, l’eventuale elaborazione di un documento condiviso da presentare pubblicamente, interventi e proposte per la costituzione di una rete delle esperienze collettive e delle singolarità interessate alla promozione delle differenze, dentro e fuori le scuole.

Ulteriori informazioni sui siti delle associazioni Scosse e Stonewall.

Annunci

Informazioni su Marinella

Giornalista, ha viaggiato assaporando usi di popoli lontani. Da sempre impegnata in diritti civili e volontariato. Mi trovate sui social. Potete leggermi anche sui siti leggereonline.com e pianetaqueer.it e sul blog http://ilfattoquotidiano.it/blog/mzetti
Questa voce è stata pubblicata in LGBTQI e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...